martedì 20 gennaio 2015

Progetto Italia-Cina: il Sichuan in Trentino


Il 19 gennaio a Campiglio abbiamo ospitato una delegazione guidata dal signor Qian Feng,  il viceministro della provincia dello Sichuan.
Il viceministro Feng, che per l'occasione era accompagnato dal capo del dipartimento per lo sviluppo del ministero del commercio dello Sichuan, He Yuanjian e da Xu Zhiyong, rappresentante dell'associazione per la promozione del commercio internazionale affiliata al ministero, ha visitato Madonna di Campiglio per discutere di possibili partnership commerciali future fra la sua provincia e l'Italia con particolare attenzione proprio per lo sviluppo di progetti di interscambio nel settore del turismo invernale. Ad accoglierli e a discutere con loro, Giancarlo Cescatti, il managing director dell'APT di Campiglio ed Alessandro Rognoni e Xin Wang  vicepresidente e presidente dell'associazione "Progetto Italia-Cina" grazie al cui contributo si è potuto tenere l'incontro.
Il vice ministro è rimasto incantato dalla bellezza dell'Italia. Fotografava ogni cosa, dalla neve alle racchette di sci.
Feng:"Lo sci, pilastro dell’offerta turistica trentina, non ha ancora assunto in Cina delle dimensioni e connotazioni interessanti, ma stiamo investendo importanti risorse per superare l'occidente". 
Rognoni:"L’evoluzione delle esigenze, aspettative ed esperienze contribuirà alla maturazione di tale industria, rilanciando le ambizioni anche di famose mete turistiche invernali, quali Madonna di Campiglio. Le tematiche della montagna e della natura alpina potranno essere sfruttate assieme ai prodotti enogastronomici per promuovere la destinazione. 
L’obiettivo del Trentino è la creazione di un’offerta orientata al “conoscere” e “condividere”, superando le logiche del turista superficiale interessato al solo “vedere”. Il potenziale viaggiatore appartiene ad un segmento reddituale medio-alto, principalmente indirizzato al benessere, bellezza e qualità della vita. Tale proposta deve però assumere una dimensione più ampia del semplice territorio provinciale, poiché il Trentino non esiste ancora nell’immaginario del cittadino cinese. 

(Alessandro Rognoni)

Nessun commento:

Posta un commento